+39 3472505865
lorenzo.baraldo@sportditesta.it

Disoccupazione tecnologica: fase temporanea?

Team building e coaching per squadre sportive e aziendali

formazione_intelligenza_artificiale

Disoccupazione tecnologica: fase temporanea?

Ascolta qui questo articolo:

“Siamo affetti da una nuova malattia, di cui forse non tutti sanno ancora il nome, ma che sarà di grande importanza negli anni futuri, la disoccupazione tecnologica. Significa disoccupazione causata dalla scoperta di nuovi modi di risparmiare sull’utilizzo del fattore lavoro a una velocità superiore rispetto a quella con la quale si riescono a trovare nuove forme di impiego. Ma si tratta di una fase temporanea di aggiustamento”.

Scriveva cosi nel 1930, nel pieno della Grande depressione, l’economista John Maynard Keines.

E’ evidente che la fase temporanea è ben lungi dall’essere stata aggiustata e di sicuro l’onda dei robot in arrivo costituirà una variabile con cui fare i conti.

Di fronte a tale scenario, ridurre i costi e rinunciare agli investimenti sull’adozione di nuove tecnologie e innovazione è un scelta azzardata e avventata per aziende, ma anche lavoratori.

Investimenti

“…Rispetto ad altri paesi, l’Italia riflette anche le caratteristiche dell’offerta di lavoro e la carenza di lavoratori qualificati che può aver ritardato la diffusione delle nuove tecnologie nelle imprese italiane. Il ricorso alle tecnologie digitali è fortemente influenzato dalle competenze dei lavoratori….”

Questi alcuni spunti dal libro, “Anni difficili” di Ignazio Visco, attuale governatore della Banca d’Italia.

Non solo per ogni azienda, ma anche per ogni lavoratore che voglia garantirsi una presenza costante nel mondo del lavoro è necessario investire in formazione.

Purtroppo la gran parte delle persone sono abituate a pensare che il periodo formativo si esaurisca con il tempo dedicato agli studi, ovvero che l’apprendimento termini con la conquista di un diploma o di una laurea.

Intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale che avanza, entra sempre più prepotentemente in ogni settore delle nostra attività lavorativa. In ogni professionista deve accendersi la voglia di rimanere al passo, aggiornato, formato, con nuove dinamiche dedicate al cambiamento professionale continuo.

Questa abitudine mentale necessita di un supporto continuo e va allenata, giorno dopo giorno.

In quest’ottica il supporto di un Coach professionista che possa guidarti nel costruire personali modelli di business diventa una delle armi vincenti con cui affrontare il futuro. Assumeranno importanza crescente le competenze, ovvero la capacità di attivare risorse interne (saperi, saper fare, atteggiamenti) ed esterne per far fronte a situazioni spesso inedite.

Saranno sempre più importanti l’esercizio del pensiero critico, l’attitudine alla risoluzione dei problemi, la creatività e la disponibilità positiva nei confronti dell’innovazione, la capacità di comunicare in modo efficace, l’apertura alla collaborazione e al lavoro di gruppo.

E’ evidente che è necessario creare un nuovo atteggiamento di aziende e persone, ma mentre le aziende che vogliono rimanere sul mercato pensano continuamente ad evolvere il proprio modello di business, le persone come operano?

Se vuoi un confronto utile a comprendere come evolvere il tuo personale modello di business, contatta Coach Lorenzo Baraldo. Risiedo e lavoro a Bologna, ma con sessioni online posso raggiungere qualsiasi professionista.

 

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento